Piani cottura induzione

Ormai per definizione un piano elettrico è un piano a Induzione. Prestazioni eccellenti e tecnologia all'avanguardia sono le caratteristiche dei piani a induzione, ormai di gran lunga superiore ai normali piani cottura elettrici.

 

I vantaggi della cottura ad induzione: 

Controllo

Grande versatilità e un controllo preciso e puntuale sono caratteristiche peculiari della cottura ad induzione. I nove possibili settaggi di potenza (con in aggiunta le opzioni Powerboost) offrono un grande spettro di possibilità, che vanno dal semplice mantenimento di calore per le pietanze  fino ad una potenza netta disponibile impensabile con altri sistemi di cottura.

Sicurezza

Il principio della cottura ad induzione è sicuro per definizione. La superficie del piano viene riscaldata solo per contatto del piano e non raggiunge mai temperature ustionanti; in aggiunta il semplice gesto di togliere il recipiente interrompe automaticamente il funzionamento del piano. La sofisticata elettronica dei piani completa le dotazioni in fatto di sicurezza con i sistemi di Riconoscimento pentole, Overflow detecor, Distattivazione automatica e blocco di sicurezza.

Pulizia

La zona di cottura si attiva solo sul fondo della pentola ed attorno il piano resta freddo, così se i cibi fuoriescono non bruciano e non provocano spiacevoli incrostazioni difficili da togliere. La pulizia è pertanto molto semplice e veloce e l'igiene perfetta.

Grande velocità e massima efficienza


Tempi indicativi di ebollizione per 2 litri d'acqua:

Piano elettrico 10 minuti

Piano a gas 8 minuti

Piano induzione 3 minuti

 

Potenza

Assorbita

Potenza

Utile

Resa

Piano elettrico 2.000 w 1.000 w 50%
Piano a gas 1.820 w 1.000 w 50%
Piano induzione 1.100 w 1.000 w 90%

Risparmio energetico

Grazie alla grande velocità nel portare i liquidi in ebollizione e all'efficienza nettamente superiore a tutti gli altri sistemi di cottura, l'iduzione comporta un notevole risparmio energetico. Anche in Italia, dove il costo dell'energia elettrica è superiore a quello del gas, a conti fatti l'induzione resta il sistema più economico.

 

Esempi di assorbimento per tipologie di cottura

Livelli

Cottura

Potenza

Tipo

Cottura

Esempi

di utilizzo

1-2 50-130 w molto dolce fusione, bagnomaria
3-4 150-300 w dolce riscaldare, sobbolire
5-7 350-750 w media sughi, riso
7-9 1.000-2300 w vivace arrostire, friggere
PowerBoost 1400-3000 w

riduzione

tempi

ebolizzione liquidi

 

Cottura in zona estesa

I piani ad induzione con le nuove funzioni di cottura in zona estesa permettono di associare due zone formando un'unica estesa zona di cottura, disponibile per pentole di grandi dimensioni o per più cotture in contemporanea, con una massima flessibilità nel posizionamento.

L'innovativa forma rettangolare e la possibilità di dosare l'intera potenza sulle singole piastre o su tutta la superficie, consente le migliori performances sia con pentole di grande dimensione che piccole.

 

Contollo del consumo elettrico

Alcuni modelli di paini ad induzione consentono di utilizzare in libertà la tecnologia ad induzione anche nel caso di utenze standard da 3kw. Infatti, l'utente può facilemente modificare il livello di massimo assorbimento del piano, da un minimo di 2,8kw alla soluzione "non limitata". Una volta definita la potenza massima, potremo dimenticarci degli assorbimenti, in quanto il piano ad induzione penserà ad avvisarci di eventuali limiti lasciandoci poi la scelta di ripartire come meglio desideriamo.  

 

Quali pentole per l'induzione?

Nell'acquisto di nuove pentole da utilizzare per il piano cottura a induzione ciò che è importante è il materiale con cui sono realizzate le pentole. I piani cottura ad induzione sono, infatti, dotati di speciali bobine ad induzione che generano un campo magnetico. Quando una pentola di materiale ferroso viene appoggiata sulla zona cottura, si verifica una reazione che trasforma l'energia del campo magnetico in calore. Questo calore scalda direttamente il fondo della pentola. Per questa ragione, le pentole con fondo ferromagnetico in acciaio, in acciaio smaltato, ferro e in ghisa sono perfette. Per verificare la compatibilità della pentola è sufficiente verificare che sia presente il simbolo relativo. Si può anche accostare una calamita alla pentola per accertarsi che sia idonea: se si attacca al fondo della pentola significa che è compatibile.  

 

ATTENZIONE!

Pagina in allestimento.

 

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© Ottavio snc di Silvestrin Dario e Paolo (magazzino via Fiume 19) Lissone (MB) CAP 20851 Partita IVA e CF:04202490969

Chiama

E-mail

Come arrivare